La Cucina kosher tra regole e tradizioni

La cucina kosher è la cucina che segue severamente le norme della religione ebraica sull’alimentazione.

Sono regole che sono decretate dalla Torah, interpretate dall’esegesi nel Talmud e codificate nel Shulkan Aruk. Qui sono riportati tutte le leggi che riguardano l’alimentazione ebraica. Perciò tutto quello che è kosher è considerato sacro perché deve obbedire alle regole religiose. In specifico con il termine “kosher”, che significa “adeguato”, si sta a indicare tutti quei cibi che si possono consumare.

E’ interessante ora vedere quali sono le regole principali dei cibi kasherut. Iniziamo con il dire che gli animali consentiti sono solamente quelli che hanno lo zoccolo fesso e sono ruminanti. Gli animali possono essere macellati da un rabbino specializzato. Il sangue degli animali deve essere completamente drenato. Un comandamento impone di non cucinare la “carne del capretto nel latte di sua madre”, quindi, la carne non si può assolutamente né cucinare insieme al latte e né possono essere consumati insieme.

Di conseguenza ci sono gli utensili che vengono utilizzati esclusivamente per i latticini e quelli utilizzati per la carne.

Invece i pesci devono avere sia le squame che le pinne.

Per quanto riguarda gli uccelli sono kosher i tacchini, i polli, le anatre e le oche.

Infine nelle materie prime non devono essere presenti insetti.

Bio Benessere

Bio Benessere ha scritto 8 articoli

Navigazione articoli