HOME  LOG-IN   INFO   IT | EN  




Alimenti Biologici

Perche il BIOLOGICO costa un po' di pi

Una nota a sfavore del biologico, che frena ancora l’ulteriore crescita del settore, è il prezzo dei prodotti che sono più alti (in media dal 10 al 30 per cento nei supermercati, di più nei negozi specializzati) rispetto all’equivalente prodotto convenzionale.

Tuttavia, le differenze si stanno riducendo, soprattutto per alcuni tipi di alimenti (olio, vino, pasta). Il prezzo più elevato è dovuto ai costi superiori per il produttore che deve, per esempio, diserbare un campo di ortaggi a mano senza usare prodotti chimici, essiccare la pasta a velocità più lenta, sostenere i costi di riconversione dei campi da convenzionali a biologici. Solo un adeguato sovrapprezzo (che vada a coprire i maggiori costi e rischi), può infatti rendere conveniente le colture biologiche.

Purtroppo, anche in futuro, tutti questi fattori saranno difficilmente eliminabili del tutto, ma è auspicabile un alleggerimento dei costi con la crescente diffusione di questi prodotti negli ipermercati e il possibile coinvolgimento delle multinazionali dell’alimentazione. In questo senso, nuove forme di distribuzione dei prodotti, come ad esempio la “filiera corta”, potrebbero ridurre ancora i costi: si tratta di un sistema che ha ormai la sua rete ben consolidata nei cosiddetti GAS, ovvero i Gruppi d’Acquisto Solidali (rintracciabili anche su Internet), nei quali diverse famiglie (in genere 10-15) contrattano direttamente con il produttore l’acquisto di prodotti a prezzi vantaggiosi.

AD99 Web Agency Modena - Siti Internet, Portali Web, E-commerce, Web App